Quale Accordatore per Chitarra scegliere?


Nell’articolo di settimana scorsa ti abbiamo dato alcuni consigli sull’acquisto della tua prima chitarra. Bene, ora che hai fatto la tua scelta, il passo successivo è ovviamente quello di accordarla.

Il negozio a cui ti sei affidato sicuramente ti avrà dato uno strumento già accordato, ma questo nel tempo tenderà a scordarsi  e tornare continuamente in negozio per fare l’accordatura non è certo la soluzione migliore.

Per fortuna la tecnologia viene in tuo aiuto, rendendo questa operazione estremamente semplice, tramite un piccolo congegno elettronico: l’accordatore per chitarra.

 

noise-pollution_mainPERCHÈ ACQUISTARE UN ACCORDATORE PER CHITARRA?

L’acquisto di un accordatore per chitarra è una spesa quasi obbligatoria.

Quante volte hai sentito qualcuno fare una cover di una canzone e ti sei accorto che la chitarra non suonava bene? c’era qualcosa che non ti convinceva…

E’ quasi impossibile suonare un brano quando le note emesse dalla tua chitarra non sono quelle della canzone, anche se si sta utilizzando la partitura corretta.

Naturalmente puoi provare ad accordare la chitarra ad orecchio, ma ancora una volta, se sei una persona agli inizi  questo procedimento ti risulterà piuttosto difficile, l’orecchio non è abbastanza allenato per riuscire in una buona accordatura.

Puoi anche provare un accordatore per chitarra on-line ma se non hai un ottimo microfono collegato al PC, l’accordatura non sarà accettabile.

LE PRIME CONSIDERAZIONI DA FARE PER L’ACQUISTO DI UN ACCORDATORE PER CHITARRA

La prima considerazione da fare è che tipo di chitarra vuoi accordare. Elettrica, acustica o entrambe?

Un accordatore per chitarra elettrica differisce da un accordatore per chitarra acustica dal modo in cui interagisce con lo strumento.

Ad esempio, se hai una chitarra acustica, senza ingresso jack, non puoi collegare l’accordatore.

Esistono però degli accordatori per chitarra con microfono incorporato o sensori ad alta sensibilità che misurano la frequenza di vibrazione della corda che viene suonata.

Se invece hai una chitarra elettrica è preferibile scegliere un accordatore  che si collega direttamente tramite un cavo jack.

Questi due diversi metodi di misurazione dell’intonazione sono le considerazioni principali da fare per il tuo acquisto oltre ovviamente al budget a disposizione.

Un accordatore per chitarra lo puoi trovare  da 10 euro ad oltre 100 euro in base alla qualità.

 

ACCORDATORE PER CHITARRA IN AMBIENTI RUMOROSI (CLIP-ON TUNER)btu-200

Questo tipo di accordatori sono studiati principalmente per l’uso con chitarre acustiche, ma riescono comunque ad accordare anche chitarre elettriche.

Tramite un sensore piezoelettrico riescono a misurare la frequenza di una vibrazione. Questo li rende ideali per accordare una chitarra in ambienti rumorosi.

Per farlo, basta posizionare l’accordatore sulla paletta della chitarra agendo sull’apposita clip e guardare la nota sul display.

Alcuni di questi garantiscono una più che accettabile qualità dell’accordatura. Tuttavia non ci sentiamo di consigliarli come prima scelta per una chitarra elettrica ma piuttosto come accordatori di backup da utilizzare poco prima di un concerto in un ambiente rumoroso, quando una nota non ci convince.

top-music-center-korg-ga1ACCORDATORE SIA PER CHITARRA ELETTRICA CHE ACUSTICA

Sicuramente un musicista alle prime armi dovrebbe scegliere un accordatore di questo tipo.

Generalmente sono alimentati a batteria (spesso inclusa nella confezione) e hanno sia un microfono che un ingresso jack, così da renderli estremamente versatili e utilizzabili sia da chitarristi elettrici che acustici.

Di solito sono a buon mercato e di piccole dimensioni per portarli sempre con te dentro la custodia della tua chitarra (magari insieme a spartiti e a una muta di corde di riserva).

QUALE ACCORDATORE PER CHITARRA TI CONSIGLIAMO?

Tra tutti i modelli disponibili sul mercato, quello che noi consigliamo a tutti i nostri clienti è l’accordatore KORG GA-1; un ottimo compromesso per avere qualità a prezzi contenuti.
L’accordatore è poco più grande di una carta di credito e spesso la metà di un mazzo di carte.

Davvero piccolo e leggero e sopratutto svolge ottimamente il suo compito.

Il microfono e l’ingresso jack integrati permettono di accordare una chitarra elettrica, acustica o anche un basso.

E per finire un pulsante permette di generare toni, così da utilizzare l’accordatore come un diapason.
Una funzione questa che  tuttavia riteniamo di dubbia utilità per un principiante sebbene nel passato, quando non esistevano gli accordatori elettronici, rappresentava l’unico sistema possibile per accordare il proprio strumento, adatto per chi era fortunato ad avere un buon orecchio musicale.

Le batterie già incluse nella confezione e il display estremamente intuitivo ti consentiranno sicuramente di iniziare subito ad utilizzare l’accordatore, probabilmente senza neppure leggere il manuale d’ istruzione.

ACCORDATORE A PEDALE top-music-center-boss-tu-3

Vi è infine un accordatore per chitarra molto conosciuto tra i chitarristi non più principianti e che suonano spesso su un palco, esso si interfaccia molto bene alle pedaliere ed è stato ideato per avere sempre le mani libere.
Se sei un chitarrista che suona spesso in piedi, o semplicemente cerchi un accordatore per chitarra che sia più rapido e comodo di un accordatore tradizionale, allora dovresti comprare un accordatore a pedale.
Questo tipo di accordatore non ha un microfono e quindi non può accordare una chitarra acustica o classica non amplificate.

L’ACCORDATORE A PEDALE PIÙ FAMOSO, UTILIZZATO E CONSIGLIATO È SICURAMENTE IL BOSS TU-3.

Il BOSS TU-3 ha sicuramente tutto quello che serve ad un accordatore. Funziona come la maggior parte degli accordatori con la visualizzazione di un modello con linee rosse e verdi che si muovono a seconda dell’intonazione della nota che si sta suonando.

Questo accordatore per chitarra è così popolare perché ha il design di un classico pedale, ciò rappresenta un  grande vantaggio se vuoi adattarlo al resto dei pedali che hai a disposizione.

Il marchio BOSS, infine, è sinonimo di garanzia e qualità e difficilmente avrai problemi col tuo nuovo accordatore.

CONCLUSIONI

top-music-center-accordare-chitarra

In questo articolo abbiamo cercato di fare una veloce panoramica sui vari tipi di accordatori esistenti sul mercato.beta

Come hai notato ci siamo soffermati su due modelli in particolare che riteniamo molto validi per il rapporto qualità/prezzo.

Vogliamo concludere con un consiglio pratico. Tra tutti i modelli di accordatore disponibili consigliamo sempre l’acquisto del Korg GA-1 validissimo sia per i chitarristi alle prime armi sia per quelli più navigati, perché è senza dubbio un accessorio di qualità e di semplice utilizzo, che va bene sia per chitarre acustiche che per quelle elettriche ed anche per il basso.

Korg ha anche in catalogo il modello CA-1 che a grandi linee ha le stesse caratteristiche del GA-1 ma è un accordatore cromatico, ovvero è in grado di accordare anche altri strumenti … Sicuramente ha una marcia in più, ma se il tuo strumento è la chitarra o il basso non  te lo consigliamo, in quanto è inutile avere funzioni in più che rischiano solo di confonderti.

Per quanto riguarda gli accordatori a pedale (solo per chitarra elettrica) abbiamo parlato del BOSS TU-3 ma, per completezza, vogliamo segnalarti anche il modello TU-100 della BETA AIVIN che è meno famoso, ma anch’esso di buona qualità e meno costoso.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *